• elpidiopezzella

Settimana 5/2017 - La richiesta di Tommaso


«Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi, e se non metto il mio dito nel segno dei chiodi, e se non metto la mia mano nel suo costato, io non crederò». Giovanni 20:25 Nel racconto della resurrezione del vangelo di Giovanni abbiamo alcuni personaggi che sperimentano personalmente l’incontro con il Risorto: Maria di Magdala, Tommaso detto Didimo e Simon Pietro. Dopo essersi fatto riconoscere da una donna nel Getsemani, il Signore appare nello stesso giorno ai discepoli nascosti. Purtroppo Tommaso è assente e quando ode il racconto dei presenti la sua reazione è determinata: “Se non vedo, se non tocco, non crederò”. Didimo ha il coraggio di reclamare la stessa esperienza degli altri. Non vuole credere per sentito dire, non mette in dubbio il racconto degli altri, ma non vuole essere inferiore a nessuno. Si sente un escluso. La sua richiesta non cade nel vuoto, è raccolta da Colui che è presente in mezzo a loro. Dopo otto giorni ecco nuovamente il Risorto mostrarsi loro e rivolgersi direttamente a lui. Ora che ha visto e toccato, Tommaso è sfidato a “non essere incredulo, ma credente”. Nulla più potrà ora frenare la sua fede. Il suo primo slancio è la confessione “Signor mio e Dio mio”. Alla Maddalena Gesù aveva parlato di “Padre vostro e Dio vostro”. Tommaso va oltre e fa suo Dio e il Cristo, che non ha esitato a rispondere alla sua preghiera. “Chiedete e vi sarà dato, bussate e vi sarà aperto”. Anche se poi il Maestro sentenzia “beati quelli che non hanno visto e hanno creduto”. Chi ringrazierai? John, il cinese, un giorno incontrò un amico che gli chiese: “Quale sarà la prima cosa che farai quando sarai in cielo?”. “Andrò a trovare il Signore Gesù e lo ringrazierò di avermi salvato”, rispose John. “Bene, e poi che farai?”. “Mi metterò alla ricerca del missionario che venne nel mio paese per farmi conoscere Cristo”. “Poi ti fermerai qui?”, chiese l’amico. “No – rispose John – dovrò trovare e ringraziare anche chi ha offerto il denaro affinché il missionario potesse venire e predicare l’Evangelo”. L’uomo comprese ed ammirò la fede di John. Anche tu potresti essere quel qualcuno che ha contribuito alla salvezza di John. Il 4 febbraio 1906 nasceva a Breslavia Dietrich Bonhoeffer, teologo luterano tedesco, protagonista della resistenza al Nazismo e apprezzato in ambito anche cattolico.

Lettura della Bibbia 30 gennaio Esodo 35-37; Giovanni 17-19 31 gennaio Esodo 38-40; Giovanni 20-21; Atti 1 01 febbraio Levitico 1-3; Atti 2-4 02 febbraio Levitico 4-6; Atti 5-7 03 febbraio Levitico 7-9; Atti 8-10 04 febbraio Levitico 10-12; Atti 11-13 05 febbraio Levitico 13-15; Atti 14-16

Ascolta il devotional audio

#devotional

39 views