• Elpidio Pezzella

Non è mai troppo tardi

Ho letto che alla mia età si fanno i conti con un senso di insoddisfazione, hai imparato a guardarti attorno con occhi non più ingenui mentre dentro comincia a bollire una voglia di cambiamento. Ed è vero, soprattutto quando qualche evento imprevisto innesca la miccia più volte spenta.

Trascorriamo i primi 40 anni della vita a diventare quelli che siamo, assimilando regole e comportamenti, acquisiamo abilità e competenze. Facciamo sacrifici e rinunce per delle priorità non sempre condivise e/o condivisibili. E poi? A questo punto del viaggio terreno, non avendo più davanti a noi i 120 anni biblici, iniziamo a considerare che tutto corre e fugge, che nulla dura per sempre.


Eppure in noi c'è qualcosa di prezioso, talenti che procedono dall'Alto e che non possiamo custodire in eterno, ma che neanche qualcuno può portarci via. L'apostolo Paolo ricorda che abbiamo il dovere di trasferire la fede alle future generazioni. Come e perché? Siamo sicuri che dobbiamo farlo come quelli prima di noi e nel luogo dove siamo ora?


Una parte di noi è in subbuglio, perché ha capito di essere nella fase in cui vorresti dare sapore al tempo che non sai quanto lungo sarà ancora. Inizi così a progettare un cambiamento di evasione, che non è vigliaccheria né egoismo, ma tentativo di valorizzare i tuoi giorni, senza la necessità di essere per forza davanti a un pubblico. L'immaginazione vola oltre le tue mura mentre fantastichi di essere chissà dove con le persone che più ami.


In fin dei conti, non sai cosa vuoi e dove fuggire, perché, nonostante i problemi e le difficoltà, non ti manca nulla, grazie a Dio. Vorresti però cambiare la tua routine e voltare la pagina del tuo mondo; ma non basta un desiderio senza una chiara visione. Vorresti guardare un panorama diverso, vivere in luogo migliore; ma dove andare e portare il proprio carico, anche umano?


Solo Abramo poté partire senza sapere dove stava andando. E né io, né te siamo Abramo. Perdonami se ti ho tediato o svegliato senza preavviso. Scusa, ma se hai letto fin qua, sai mica come si potrebbe fare o in quale posto del nostro bel Paese andare a "svernare"?


Sì, lo so che non sempre abbiamo risposte, proprio come ora. Mentre scrivevo, ero consapevole che non avresti potuto far altro che ritrovarti nelle mie parole, null'altro. In fondo, la Scrittura mi ha ammonito a non confidare negli esseri umani. Per questo preghiamo che venga Lui a prenderci per mano, perché in fondo tutto è possibile a chi crede, e quindi mai dire mai. Signore, vieni!


#50anni #cambiamento #prospettive #sogni #tuttoèpossibile #nonmollaremai

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti