L’incredibile storia di Olaudah Equiano, o Gustavus Vassa, detto l’africano, Olaudah Equiano

11.09.2015

Epochè srl, 2008

 

Una delle primissime autobiografie scritte di pugno da uno schiavo liberato, e chi vuole approfondire la conoscenza della schiavitù e del movimento abolizionista deve leggere queste memorie. Ho conosciuto la figura di Olaudah Equiano vedendo il film Amazing Grace, la storia di William Wilbeforce. Equiano, rapito a undici anni dalle sue terre africane viene portato nelle Americhe per lavorare nelle piantagioni. Da qui iniziano le sue peripezie, al pari di un Tom Sayer, che se da un lato coinvolgono sul piano dell’avventura dall’altro lasciano nel cuore un grido contro ogni forma di pregiudizio sul colore della pelle. Equiano diventerà figura importante nel lavoro di rivoltamento dei pregiudizi della società del suo tempo, e ispirerà la battaglia di Wilbeforce. Il lettore assetato di giustizia sociale, pieno di amore per il prossimo troverà in queste pagine sostanza e alimento. Ritengo sia fonte di ispirazione per quanti hanno impegno politico o sociale.

 

Se sei interessato all'acquisto clicca qui

 

Please reload