Non temere, ma continua a parlare

31.12.2017

 

Questo devotional inaugura il quarto anno di un percorso settimanale, composto da una breve meditazione e un piano di lettura giornaliero della Bibbia per alimentare la fede di ciascuno e da poter condividere con altri.

 

Una notte il Signore disse in visione a Paolo: “Non temere, ma continua a parlare e non tacere; perché io sono con te,

e nessuno ti metterà le mani addosso per farti del male; perché io ho un popolo numeroso in questa città”.

Atti 18:9-10

 

L’inizio di un nuovo anno è sempre consegnatario di aspettative, desideri e propositi vari, in gran parte però vanno rinnovandosi di anno in anno. Purtroppo nonostante l’entusiasmo e l’impegno profuso non sempre riusciamo a giungere ai risultati attesi. Ci sentiamo allora un po’ come l’apostolo Paolo dopo la fuga da Berea e il mezzo successo di Atene, quando raggiunto Corinto inizia la sua missione tra le solite resistenze dei giudei. L’evangelista Luca narra in Atti di una visione notturna, in cui il Signore rincuora e incoraggia il suo servo. Spero che queste parole possano risuonare potentemente anche nel profondo del tuo cuore: “Non temere, ma continua a parlare e non tacere”. Qualunque sia il tuo impegno non è questo il momento di mollare, anzi proprio ora è tempo di continuare. Sono convinto che se abbiamo la consapevolezza che quanto stiamo facendo è per il bene di qualcuno, Colui che ha animato il nostro impegno non ci lascerà soli nel momento della difficoltà: “Io sono con te”. Non lasciare che alcun timore possa prendere il sopravvento, e se proprio la morsa dovesse farsi stretta ricorri alla tua arma segreta e potente: “Invocami, e io ti risponderò, ti annuncerò cose grandi e impenetrabili che tu non conosci” (Geremia 33:3).

 

Non lasciare fuori dai tuoi propositi la lettura della bibbia e la preghiera. Uno dei miei impegni è proprio incoraggiarti e sostenerti a riguardo. Impegniamoci assieme ad evitare progetti senza passare dalla stanza della preghiera, perché è lì che il nostro Dio annuncerà “cose grandi e impenetrabili che tu non conosci”. Guardando all’obiettivo eterno, l’apostolo avrà modo di ricordare ai Corinti che “la conoscenza gonfia, ma l’amore edifica. Se qualcuno pensa di conoscere qualcosa, non sa ancora come si deve conoscere; ma se qualcuno ama Dio, è conosciuto da lui” (1 Corinzi 8:1b-3). Sempre alla ricerca della conoscenza, fondando sulle solide basi scritturali, sia la nostra bussola orientata dall’amore che edifica. William Law, uno scrittori di libri religiosi del diciottesimo secolo, disse: “A migliaia stanno lì pronti a spaccare capelli dottrinali e a istruire altri nel sottile significato delle parole della Scrittura – ma sono molto pochi coloro attraverso i quali lo Spirito Santo può portare [persone] alla nuova nascita nel Regno di Dio”. Umilmente prego di essere uno di loro, o quanto meno uno che edifica.

 

Foto di Sias van Schalkwyk, www.freeimages.com

 

 

devotional 01/2018

piano di lettura settimanale della Bibbia

01 gennaio     Genesi 1-3; Matteo 1

02 gennaio     Genesi 4-6; Matteo 2

03 gennaio     Genesi 7-9; Matteo 3

04 gennaio     Genesi 10-12; Matteo 4

05 gennaio     Genesi 13-15; Matteo 5:1-26

06 gennaio     Genesi 16-17; Matteo 5:27-48

07 gennaio     Genesi 18-19; Matteo 6:1-18

Please reload